Gal Sicilia centro meridionale, arrivano i decreti di finanziamento per le imprese locali che hanno presentato progetti

Il Gruppo Azione Locale Sicilia Centro Meridionale, nonostante le difficoltà e i ritardi causati dalla difficile fase pandemica, ha avviato il percorso attuativo delle iniziative imprenditoriali finanziate consegnando i primi decreti di concessione ai soggetti beneficiari, Infatti, sono stati consegnati ai rispettivi beneficiari i primi cinque decreti di concessione nell’ambito della misura 6.

Data:
7 Marzo 2022

Gal Sicilia centro meridionale, arrivano i decreti di finanziamento per le imprese locali che hanno presentato progetti

Il Gruppo Azione Locale Sicilia Centro Meridionale, nonostante le difficoltà e i ritardi causati dalla difficile fase pandemica, ha avviato il percorso attuativo delle iniziative imprenditoriali finanziate consegnando i primi decreti di concessione ai soggetti beneficiari, Infatti, sono stati consegnati ai rispettivi beneficiari i primi cinque decreti di concessione nell’ambito della misura 6.4c Ambito 1 del PSR Sicilia 2014-2020 per un importo complessivo di investimenti (IVA esclusa) di € 646.342,85, dei quali € 484.757,15 di contributi in conto capitale. A breve saranno ulteriormente  notificati altri due Decreti di concessione per un importo complessivo di investimenti (IVA esclusa) di € 266.666,29, dei quali € 199.999,72 di contributi in conto capitale. La Misura 6.4c Ambito 1, Azione 1.2 del PAL Distretto Rurale riguarda il “Sostegno alla creazione e sviluppo delle imprese extra agricole nei settori del commercio artigianale, turistico, servizi e innovazione tecnologica. Al fine di potenziare la redditività complementare delle aziende agricole anche attraverso lo sviluppo ed il supporto alla creazione di attività in settori extra-agricolo” L’azione incentiva interventi per il sostegno agli investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole nelle zone rurali C e D del GAL SCM, favorendo sia la creazione di nuovi posti di lavoro che la erogazione di servizi finalizzati al miglioramento della qualità della vita delle comunità locali nei territori rurali. In particolare, l’Azione 1.2 sostiene le attività rivolte al completamento di filiere locali e alla valorizzazione delle specificità culturali ed enogastronomiche connesse alle produzioni agricole e alimentari di qualità, il rafforzamento dell’offerta turistica con strutture di accoglienza e servizi. L’azione, in particolare, sostiene gli investimenti per la valorizzazione di prodotti artigianali e industriali non compresi nell’Allegato I del Trattato e gli interventi per la creazione e lo sviluppo di attività commerciali. Tra gli interventi ammissibili, finalizzati alla valorizzazione delle risorse legate al territorio e caratterizzati da principi quali sostenibilità energetica, ambientale, innovazione tecnologica, sono compresi la ristrutturazione, il recupero, la riqualificazione e l’adeguamento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento esclusivo delle attività previste per le imprese extra-agricole e gli interventi per la realizzazione di prodotti artigianali ed industriali non compresi nell’Allegato I del Trattato e di punti vendita e gli interventi per la creazione e lo sviluppo di servizi artigianali e commerciali. Tra le spese eleggibili, oltre alla ristrutturazione, al recupero, alla riqualificazione e adeguamento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento dell’attività, rientrano: l’acquisto di nuovi macchinari, attrezzature e mobilio da destinare allo svolgimento degli interventi di progetto; l’acquisto di hardware e software finalizzati alla gestione delle attività extra-agricole; la realizzazione di siti internet e di tutte le nuove forme di promozione online, ad esclusione dei costi di gestione; la realizzazione di servizi e l’acquisto di dotazioni durevoli necessari per l’attività da realizzare; la realizzazione di opere connesse al superamento di barriere architettoniche e di prevenzione dei rischi, rientranti nelle spese riguardanti il miglioramento del bene immobile, con conseguente innalzamento del livello di fruibilità. I soggetti beneficiari dei primi cinque decreti di concessione sono: Letizia Concetta di Campobello di Licata per un investimento di € 114.226,45 e un contributo  di € 85.669,84; Pasticceria Lumia di Rosaria Marino s.a.s. di Palma di Montechiaro per un investimento di € 132.755,30 e un contributo  di € 99.566,48; Penzillo Noemi di Racalmuto per un investimento di € 132.729,15 e un contributo  di € 99.546,86; Sbrazzato Dario Salvatore di Grotte per un investimento di € 133.322,77 e un contributo di € 99.992,08; Società Milbrut s.r.l. di Naro per un investimento di € 133.309,18 e un contributo di € 99.981,89. I prossimi due beneficiari ad avere notificato il Decreto saranno: Cavalleria Rusticana di Palumbo Ottavia Giuseppina Angela di Licata per un investimento di € 133.333,00  e un contributo. di € 99.999,75 e  “Ciranni V. e Marsala C.snc” di Grotte per un investimento di € 133.333,29  e un contributo di € 99.999,97.Ai Soggetti beneficiari dei primi cinque Decreti sono stati assegnati 12 mesi per la realizzazione dell’investimento.

Ultimo aggiornamento

7 Marzo 2022, 11:00

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento