CAMPOBELLO DI LICATA

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]

Campobello di Licata

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_empty_space height=”50px”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”2/3″][vc_single_image image=”15253″ img_size=”full” qode_css_animation=””][vc_empty_space height=”50px”][vc_column_text]

Posto a 316 m s.l.m. è collocato nella parte più a sud della provincia di Agrigento e sorge sui rilievi spianati alla destra del fiume Salso, a 64 Km a sud-est dal capoluogo. La superficie territoriale è di 80,90 kmq e conta una popolazione di 11.575 abitanti.Il territorio presenta una molteplicità di significativi paesaggi collinari di modesta pendenza dove vengono coltivati uliveti, vigneti e frutteti. Resti archeologici di età preistorica testimoniano un’antica presenza insediativa (c.da “Iachino Filì”, c.da Crocefisso, Cozzi Ciccobriglio, Manicalunga e Jacopo Filippo). Il centro urbano, che ricadeva nella giurisdizione di Licata, con Raimondo e Giovanni Sammartino, ebbe nella seconda metà del secolo XVII una trasformazione notevole. L’impianto del centro storico, prevalentemente seicentesco, si presenta a scacchiera regolare, con espansioni sette-ottocentesche. I principali monumenti sono: la chiesa Madre (1681), decorosi palazzotti del XVIII secolo situati in via Umberto I°; una fontana poligonale al centro della piazza A. Moro; la chiesa dell’Addolorata, del secolo XVIII, ubicata in fondo alla via Umberto I. Attrattiva unica costituisce l’opera artistica di Silvio Di Benedetto, costituita dai 101 massi con scene tratte dalla Divina Commedia.

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_widget_sidebar sidebar_id=”Sidebar GAL”][/vc_column][/vc_row]

torna all'inizio del contenuto